Search
Una pubblicità al giorno, come antidoto - Superpista
fade
9227
post-template-default,single,single-post,postid-9227,single-format-standard,theme-averly,cookies-not-set,eltd-core-1.3,woocommerce-no-js,averly child-child-ver-1.0.1,averly-ver-1.7,eltd-smooth-scroll,eltd-smooth-page-transitions,eltd-mimic-ajax,eltd-grid-1200,eltd-blog-installed,eltd-main-style1,eltd-disable-fullscreen-menu-opener,eltd-header-standard,eltd-sticky-header-on-scroll-down-up,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,eltd-,eltd-fullscreen-search eltd-search-fade,eltd-disable-sidemenu-area-opener,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive
Fiat 127

Una pubblicità al giorno, come antidoto

Sin dall’invenzione dei primi slogan, la pubblicità ha assunto un ruolo fondamentale nella presentazione di
un prodotto e ha contribuito, nel bene e nel male, alla sua popolarità.

Indipendentemente dalla bontà di un oggetto, c’è un punto che rimane fermo nel determinarne il successo: la promozione.

“Quello che si vede, si compra” è uno dei capisaldi del marketing, al pari delle 4P, che danno vita al celebre marketing mix: Product, Price,
Promotion e Placement.


Sarebbe tuttavia limitante pensare che la pubblicità non sia nulla di più che una mera operazione
commerciale. Dietro uno spot, un manifesto o una pagina di giornale, c’è molto altro: c’è lo sforzo di
centinaia di persone che si impegnano a mettere in luce le qualità di un prodotto, secondo uno schema che
punta a guadagnarsi il favore dei consumatori, oltreché a distinguerlo da tutti gli altri presenti sul mercato.
Molto più facile a dirsi che a farsi.


Spesso, le pubblicità sono vere e proprie testimonianze di un’epoca vissuta, istantanee di un mondo
cambiato che oggi, come non mai, appare così lontano.
Con questi propositi nasce su Superpista una “Pubblicità al giorno”, la rubrica che vi farà rivivere le
atmosfere degli anni passati, attraverso alcune fra le più iconiche reclame di una volta.

Non si tratta solamente di una trovata per celebrare la nostra passione, ma di un modo per riscoprire ricordi sopiti e
mostrare l’evoluzione temporale di una delle forme di comunicazione più efficaci di sempre.

Un modo per viaggiare con la fantasia, soprattutto in un momento storico come quello che stiamo vivendo.

Alessandro Giurelli | Roma, 11 marzo 2020.

Alessandro Giurelli

alessandro.giurelli@superpista.it

Nasce a Frascati nel 1993, l’anno in cui Larini e la sua 155 TI stracciavano l’invincibile armata Mercedes a casa propria, nel campionato DTM. Lancista convinto, non ha vissuto l’epopea rallystica della Delta Integrale, ammalandosi di nostalgia precoce già nei primi anni di vita. Appassionato di automobili, colma le lacune del suo garage riempiendo di macchinine le vetrine di casa. Ha una laurea in economia ma non sa dove metterla perché ha finito lo spazio sulle mensole.

Follow: