Search
Buon compleanno, Youngtimer Italia! - Superpista
fade
10924
post-template-default,single,single-post,postid-10924,single-format-standard,theme-averly,cookies-not-set,eltd-core-1.3,woocommerce-no-js,averly child-child-ver-1.0.1,averly-ver-1.7,eltd-smooth-scroll,eltd-smooth-page-transitions,eltd-mimic-ajax,eltd-grid-1200,eltd-blog-installed,eltd-main-style1,eltd-disable-fullscreen-menu-opener,eltd-header-standard,eltd-sticky-header-on-scroll-down-up,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,eltd-,eltd-fullscreen-search eltd-search-fade,eltd-disable-sidemenu-area-opener,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive
Buon compleanno, Youngtimer Italia!

Buon compleanno, Youngtimer Italia!

The Intercoolers | puntata 19

Siamo nel pieno dei festeggiamenti, più virtuali che reali, del primo anniversario di Youngtimer Italia.

Se il progetto è nato il primo giorno di maggio del 2019, la nostra apertura sui social risale al 25 maggio dello stesso anno, ragione per cui è lecito un dipanarsi di eventi, in questo mese. Come ben sappiamo, però, abbiamo dovuto rinunciare a Verona Legend Cars, nonostante avessimo pianificato ogni singolo dettaglio, così come sono saltati altri 5 eventi per noi molto importanti, come il 25esimo di GTV e Spider 916, con il nostro amico Enrico Fumia, il secondo Beta Day e l’evento Panda, di cui abbiamo dovuto rivedere persino il nome.

Insomma, ci siamo dovuti organizzare diversamente, ma per fortuna c’è Micio Gelli, che non è soltanto amico di ottimi costruttori di palazzine, ma anche di bravi pasticceri. Quindi, il caro Micio Gelli, ha fatto realizzare una vera bomba. D’altronde, lui è esperto anche in questo. Quando l’emergenza finirà, se finirà e non diventerà routine, regola o altro, ne riparleremo. Magari, sceglieremo anche un pasticcere meno brillante, perché ci sono già troppe cose che brillano, in altri sensi.

Enzo Bollani e Antonio Cabras | Milano, 12 maggio 2020.

Antonio Cabras

antonio.cabras@superpista.it

Nasce a Sassari nel 1980 e subito dopo gli viene diagnosticato l’autismo. Ma fraintende, e così comincia a disegnare automobili a tutto spiano dimenticandosi di imparare a parlare. Laureatosi per sbaglio in giurisprudenza, capisce appena in tempo che è meglio essere ricordati per una vignetta sulla Fiat Duna che non per una causa rovinosamente persa.

Follow: